Quando si parla con gli organizzatori di eventi di successo, ci si rende conto che questi professionisti hanno tutti un tratto in comune. Quasi nessuno è nato con le competenze necessarie per diventare straordinario. Al contrario, tutti loro hanno potenziato delle abilità di cui già erano in possesso (comunicazione con le persone, capacità di leadership o doti organizzative) attraverso la propria crescita personale e professionale.

Secondo questi professionisti, il modo più veloce, semplice e conveniente per farlo consiste nell’imparare attraverso la lettura di un buon libro. Questi sono alcuni dei migliori libri che qualsiasi organizzatore di eventi dovrebbe leggere, sempre secondo i professionisti di successo del settore.

 

1. Come trattare gli altri e farseli amici

Questo classico del noto scrittore Dale Carnegie è un titolo che si trova su qualsiasi lista di letture obbligatorie per l’auto sviluppo personale. I concetti chiave del libro si basano sulla psicologia del suono e si sottraggono a molti di quei “trucchi veloci” che i libri più recenti della categoria sembrano voler diffondere, il che potrebbe spiegare lo status di questo libro leggendario nella lista dei bestseller di auto-aiuto.

Gli organizzatori di eventi riconoscerebbero all’istante quanto questi concetti potrebbero renderli dei leader e degli organizzatori e negoziatori più efficienti, tutte doti che alla fine vi aiuteranno a diventare organizzatori di eventi migliori (e più popolari).

 

2. Creativity, Inc.

Ai vostri eventi manca quel guizzo creativo che potrebbe trasformarli da piacevoli a straordinari? Siete alla ricerca della giusta ispirazione per aumentare la vostra creatività?

Chi meglio del cofondatore di una delle case di produzione cinematografiche più venerate della storia, ovvero la Pixar, può spiegare le arti e le scienze che si celano dietro alla creatività? Ed Catmull svela i segreti della creazione di racconti, film e idee di magia, e ispira uno spirito creativo e una collaborazione che possono senz’altro far fare un salto di qualità al vostro evento.

 

3. Detto, fatto!

Con questo titolo, l’autore David Allen ha creato una banca della conoscenza per moltiplicare la produttività, senza dover ricorrere a un numero sempre maggiore di liste di controllo. Infatti, l’autore si concentra sulle vite e sul modo di essere dei suoi lettori, più che sulle “cose da fare”.

Gli organizzatori di eventi che sono costantemente stressati e sommersi dai troppi impegni possono trarre enormi vantaggi dalle idee esposte in questo libro, sia per la loro vita privata che professionale.

 

4. Boring Meetings Suck: Get More Out of Your Meetings, Or Get Out of More Meetings [1]

Il titolo di questo libro dovrebbe darvi un’idea del tono dei suoi contenuti: è divertente, coinvolgente e istruttivo. La cosa più importante è che stravolge completamente il pensiero comune secondo il quale “i meeting sono sempre noiosi”.

Alla fine del libro vi renderete conto di quanto i meeting possano risultare interessanti, sempre con la giusta dose di coinvolgimento del pubblico, e non avrete mai più voglia di partecipare a (od organizzare) un meeting convenzionale e “noioso”.

 

5. How to Think like Leonardo da Vinci [2]

Questo libro è pieno di consigli pratici e accattivanti che potrebbero migliorare le capacità professionali di qualsiasi organizzatore di eventi. L’autore Michael Gelb promette che i suoi contenuti potrebbero scatenare il “genio vinciano che risiede in ognuno di noi”, e sebbene si tratti di una lettura abbastanza pesante rispetto agli altri libri presenti nella lista, contiene un sapere che potrebbe migliorare in modo considerevole le vostre competenze in materia di organizzazione di eventi.

I principi dei quali si è discusso includono pensieri su come accettare l’ambiguità, apprezzare la connessione fra tutte le cose, sviluppare un approccio curioso alla vita, pensare a tutto tondo, e molto altro ancora.

 

 

[1] Il titolo del libro non è stato tradotto in italiano e in inglese presenta un gioco di parole. Tuttavia, la descrizione del contenuto del libro fa riferimento al titolo, per cui fornisco una traduzione personale del titolo stesso per far capire meglio le intenzioni dell’autore: I meeting noiosi fanno schifo. Ottenete di più dalle vostre riunioni o abbandonatele (N.d.T.).

[2] Anche in questo caso non esiste la traduzione originale del libro. Come nella precedente nota, però, fornisco una traduzione a piè di pagina del titolo del libro per cercare di rendere l’idea dell’autore: Come pensare da Leonardo Da Vinci (N.d.T.).